Ballata per l'Ardizzone

Autore: Ivan Della Mea          Anno: 1962 

M'han dit che inc÷ la pulisia/ a l'ha cupÓ un giuvin ne la via;/ sarÓ stÓ, m'han dit, vers i sett ur/ a cumisi dei lauradur.
Giovanni Ardizzone l'era el so nom,/ de mestÚ sŘdent Řniversitari,/ comunista, amis dei proletari:/ a l'han cupÓ visin al noster Doom.
E i giurnai de tŘta la tÚra/ diseven: Castro, Kennedy e Krusci˛v;/ a lŘ 'l vusava: " Si alla pace e no alla guerra!"/ e cun la pace in buca a l'Ŕ mort.
In via Grossi i pulÚ cui manganell,/ vegnŘ da Padova, specialisÓ in dimustrasiun,/ han tacÓ cunt i gipp un carusel/ e cunt i r÷d han schisciÓ l'Ardissun.
A la gent cg'Ŕ andÓ insÚma la vista,/ per la mort del giuvin stŘdent/ e pien de rabia: "PulÚ fascista -/ vusaven - mascalsun
delinquent". E i giurnai de l'ultima edisiun/ a disen tŘcc: " Un giovane studente,/ e inc÷ una gran dimustrasiun,/ Ŕ morto per fatale incidente,/ Ŕ morto per fatale incidente,/ Ŕ morto per fatale incidente".M'hanno detto che oggi la polizia ha ammazzato un giovane per la via; sarÓ stato, m'han detto, verso le sette, a un comizio di lavoratori.

Giovanni Ardizzone, era il suo nome, di mestiere studente universitario, comunista, amico dei proletari. L'hanno ammazzato vicino al nostro Duomo.
E i giornali di tutta la terra dicevano: Castro, Kennedy e Kruscev; e lui gridava: Si alla pace e no alla guerra; e con la pace in bocca Ŕ morto.
In via Grossi i poliziotti coi manganelli, venuti da Padova specializzati in dimostrazioni, hanno attaccato, con le jeep, un carosello e con le ruote han sciacciato l'Ardizzone.
La gente ha cominciato a non vederci pi¨ dalla rabbia per la morte del giovane studente e, rabbiosa: Polizia Fascista - -ridava Mascalzoni, delinquenti!
I giornali dell'ultima edizione dicono tutti: " Un giovane studente, oggi, durante una grande manifestazione, Ŕ morto per un fatale incidente".   

Scarica il testo zippato

 
Novità - Dischi - Spettacoli
Scarica Spartiti di lotta in PDF
Motore di ricerca interno al sito