Il figlio del poliziotto

Autore: Pietrangeli   Anno: 1965 circa

Inserita da Mauro Marchi


"Vedi sono pi¨ importante:
ho tre maglie e tu una sola;
vedi sono pi¨ importante:
ho il papÓ con la pistola;
e combatte contro tutti
assassini, farabutti;
e la sera torna a casa
con la sua divisa bl¨,
e si siede sul mio letto
mi racconta quel che ha fatto
fino a che non m'addormento
e son contento":

"Quando il nostro commissario
con la fascia tricolor
lui mi ha detto di sparare
non se ne poteva pi¨.
Eran mille scalmanati
noi duecento baschi bl¨:
son bastati due o tre morti
non si son sentiti pi¨.
Tira un colpo o due per aria
poi ti vedo quel barnon:
gli ho sparato in mezzo agli occhi
e non se ne parli pi¨":

"Vedi sono il bambino
pi¨ importante della scuola:
ho il papÓ con la divisa
ho il papÓ con la pistola:
e m'ha detto che ha sparato
contro certi esseri strani
che gridavan per le piazze
che gridavan come cani;
e m'ha detto ch'eran brutti
e cattivi e sporchi e storti
e che non se ne stan buoni
fino a che non sono morti".

"Quando il nostro commissario
con la fascia tricolor
lui mi ha detto di sparare
non se ne poteva pi¨.
Eran mille scalmanati
noi duecento baschi bl¨:
son bastati due o tre morti
non si son sentiti pi¨".

Scarica il testo zippato

 
Novità - Dischi - Spettacoli
Scarica Spartiti di lotta in PDF
Motore di ricerca interno al sito