Le vacche fuorilegge 

Autore: F. Trincale            Anno: 1971

 Il ministro dell’Agricoltura le vacche fuorilegge ha dichiarato e una taglia in premio ha stabilito per ogni vacca che si ammazzerà.

 Le vacche son colpevoli del fatto che quest’anno han fatto troppo latte ed il signor ministro è preoccupato perché c’è tanto burro accumulato. 

Nel corso di una lunga riunione con sottosegretari e americani, del burro in primo luogo hanno parlato di come potrebbe essere impiegato.

 S’è alzato allora il primo cervellone e ha detto: Meglio farne del sapone. Un altro dice: No, lo distruggiamo, se no alle vacche in pasto lo daremo.

 Nessuno di quei grandi cervelloni ha pensato al nostro Meridione: potrebbero mangiarselo i bambini, i figli dei braccianti e contadini; potrebbero i prezzi diminuire e i salari fare aumentare, e il burro si potrebbe comperare la gente che oggi vive in povertà.

 Sapete invece quale decisione han preso quei signori cervelloni? Alle vacche il burro fan mangiare e le vacche poi fanno ammazzare. 

Perciò la taglia in premio hanno messo per ogni vacca che si abbatterà, ma mi domando chi sarà mai fesso che la vacca sua ammazzerà.

 Un premio ci vorrebbe, ma al contrario, per la vacca grassa più dotata, che al signor ministro, grosso agrario, darebbe una santissima scornata!

Scarica il testo zippato

 
Novità - Dischi - Spettacoli
Scarica Spartiti di lotta in PDF
Motore di ricerca interno al sito
 
 
Riservato