La famiglia

Quanti sposi ben vestiti s'inginocchiano all'altare

chiesa piena di parenti cerimonia di due ore

sono in festa in una nicchia gli angeli con la Madonna

l'uomo spera che sia vergine quella notte la sua donna

All'altezza del taschino mostra un bel rigonfiamento

non Ŕ il cuore Ŕ 1a pistola: gli conviene stare pronto.

 

Matrýmonio relýgioso

com'Ŕ bello essere sposo

la famiglia Ŕ come un campo

molto spesso un camposanto

 

Una coppia Ýn municipio sindaco col tricolore

lui gli sta leggendo il codýce loro firmano l'amore

Lacrimucce della mamma la veletta della zia

dopo il pranzo delle nozze sono pronti a andare via

Di giÓ pensano alla casa alle nuove proprietÓ

i regali deÝ parenti e per sempre fedeltÓ

 

Matrimonio ýn munýcýpio

com'Ŕ bello sul principio

la famiglia Ŕ come un prato

per˛ col filo spinato

 

Io non sono un alienato e neppure un aguzzino

spero che mi vada bene non Ŕ detto sia destino

per˛ spesso sento dentro duro cuoio di stivale

e persino dentro il letto sono spinto a farti male

sfogo la vigliaccheria che mi lega al mio lavoro

e considerarti mia mi riconferma nel mio ruolo

 

Matrimonio oppure senza

viene fuori la violenza

questa vita Ŕ come un prato

un poligono di Stato.

Scarica il testo zippato

 
Novità - Dischi - Spettacoli
Scarica Spartiti di lotta in PDF
Motore di ricerca interno al sito
 
 
Riservato